Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Comau: Quality enters the IoT

"Sfruttiamo le opportunità offerte dalla digitalizzazione per verificare e analizzare i nostri iter produttivi con l’obiettivo di renderli più efficienti"

"Manutenzione predittiva" è una delle parole chiave dell’Industrial Iot (Internet of Things), ovvero la capacità di migliorare qualunque flusso di lavoro prevedendone l’andamento in anticipo grazie all’analisi dei Big Data. Una filosofia che Comau, società del Gruppo FCA, con alle spalle oltre 45 anni di esperienza nello sviluppo di sistemi e prodotti avanzati per l’automazione industriale applica
ad ogni ambito della sua attività, come la gestione della qualità. «Sfruttando le opportunità offerte dalla digitalizzazione, stiamo infatti applicando un approccio IoT anche al nostro Quality system aziendale, con l’obiettivo di verificare, analizzare e controllare i nostri prodotti ed i nostri iter produttivi e operativi per renderli sempre più efficienti», spiega Giovanni Volpes, Head of Quality Comau.

Cosa significa Qualità per una grande azienda?

«Una delle finalità del team Qualità è contribuire alla creazione e al mantenimento di un Sistema di Processi semplice ed integrato con cui l’azienda possa lavorare, misurandone le prestazioni. Ma non solo.Per qualunque impresa, la qualità deve essere legata al business, con l’obiettivo di offrire ai clienti la soluzione più adatta garantendo la massima affidabilità nel tempo. Comau assicura la qualità di ognuno di questi step grazie al proprio Quality Management System conforme alla ISO 9001:2015, ma anche attraverso l’applicazione delle certificazioni ISO 14001:2015, ISO 50001 e OHSAS 18001, dedicate rispettivamente ad Ambiente, Sicurezza ed Energia. Fino alla più recente certificazione VDA 6.4 per il settore automobilistico e la divisione Electrification».

Quali sono gli obiettivi?

«Per un’azienda la capacità di gestione dei problemi e la velocità di risoluzione fanno la differenza sul mercato. Se si lavora sull’eventualità che un problema si verifichi, cercando di risolverlo prima che si manifesti, prevenendolo, la qualità offerta ai clienti può aumentare esponenzialmente. Per questo, il team di Comau sta sperimentando progetti innovativi, dove la Qualità è affrontata in un’ottica di ’preventio’ più che di ’reaction’. Grazie all’IoT, al 5G, alla produzione intelligente e digitale, abbiamo a disposizione tecnologie capaci di confrontare i dati provenienti da diverse unità produttive, analizzandone i trend, di paragonarli con i dati di processo attesi, per segnalare in anticipo un problema che potrebbe verificarsi e correggerlo in anticipo. Affinché sia possibile è necessario cambiare le modalità con cui si pensa alla Quality, chiedendosi per prima cosa come si può evitare di far nascere un problema tecnico, dotando ogni unità di lavoro di tool digitali capaci di monitorare andamenti e processi»

Quali strumenti utilizzate?

«Ad esempio, in.Grid, la nuova piattaforma Comau per l’analisi e il monitoraggio in tempo reale dei dati provenienti dagli impianti e dalla linea di produzione stessa, in un’ottica di manutenzione predittiva. Questa tecnologia permette di tenere traccia dei processi di produzione automatizzati, ma anche di quelli manuali grazie all’utilizzo di smartwatch o tablet a disposizione degli operatori. In pratica, la raccolta e l’elaborazione dei dati sono attuate a livello della macchina, della linea o dello stabilimento, mentre la piattaforma di analisi dei dati – con i suoi algoritmi di alto livello, le funzioni di intelligenza artificiale (AI) e di memorizzazione – può essere situata nello stabilimento, oppure in un data center esterno o su un cloud privato, per poi essere condivisi tramite dispositivi mobili. Comau sta inoltre investendo sul tema della Qualità, non solo sperimentando strumenti innovativi e IoT come In.grid, ma anche lavorando sulle persone con progetti di formazione mirati»

Per i clienti c’è ‘Reactive Program’

Comau, grazie alla sua Academy, ha lanciato il progetto ’Reactive Program’ che sfrutta la metodologia Kepner- Tregoe, per ottenere una diagnosi robusta, definitiva ed efficiente. È una realtà formativa alternativa che parte dalla valutazione dei problemi che riscontra il cliente, per analizzare le condizioni che potrebbero generare quel problema.

Reusable Content named '' not found