Skip Ribbon Commands
Skip to main content

L’innovazione tecnologica secondo Comau al festival Futuro Remoto 2018 di Napoli

Comau è sponsor tecnico di Futuro Remoto 2018, 32° edizione del  festival dedicato alla cultura scientifica, in programma dall’8 all’11 novembre alla Città della Scienza di Napoli, organizzato su iniziativa delle Università della regione Campania, del MIUR e di Fondazione Idis-Città della Scienza.

Il tema di quest’anno è Ri-generazioni, concetto attraverso il quale si vuole porre l’attenzione sui percorsi di “rigenerazione” che creano innovazione in molteplici settori e ambiti di attività. Ospite dell’evento inaugurale della manifestazione, Comau ha presentato al pubblico due tra i suoi prodotti più innovativi: l’esoscheletro MATE ed e.DO robot.

Durante la conferenza ‘Tre generazioni diverse si confrontano sugli aspetti più innovativi della robotica’, Nicola Vitiello, professore associato dalla Scuola Superiore S. Anna di Pisa e cofondatore dello spin-off IUVO, ha raccontato come è stato sviluppato MATE, l’esoscheletro Comau per gli arti superiori, progettato per usi industriali con l’obiettivo di alleviare la fatica muscolare dell’operatore, migliorando la qualità del suo lavoro. Al centro della scena, anche e.DO, il robot modulare e open-source di Comau, in compagnia del quale, durante l’evento, è possibile scoprire alcune tra le sue più recenti applicazioni didattiche, sviluppate per studenti e insegnanti.

L’esoscheletro MATE è in grado di replicare i movimenti dinamici della spalla avvolgendo il corpo dell’operatore come una seconda pelle: è stato sviluppato da Comau in partnership con ÖSSUR, azienda islandese leader nel settore dei dispositivi ortopedici non invasivi,  e IUVO, spin-off dell’italiano BioRobotics Institute della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa specializzato in tecnologie indossabili, in stretta collaborazione con operatori di stabilimento addetti ad attività manuali.

e.DO è un robot antropomorfo a 6 assi, assemblabile secondo una logica "fai-da-te": dotato di una struttura modulare e flessibile, di un’interfaccia di programmazione user friendly e di hardware e software al 100% open source, può essere costruito e programmato facilmente, senza specifiche competenze di Robotica. Grazie alla sua versatilità e alla semplicità d’utilizzo, e.DO può essere impiegato in molteplici settori e per una vasta gamma di attività, dall’ambito domestico a quello professionale, per simulare e testare specifiche operazioni di lavoro. In particolare e.DO è stato sviluppato con finalità educational, come supporto per l’apprendimento innovativo di materie curricolari, oltre che di Robotica e coding. e.DO è stato già al centro di  diversi learning program che hanno coinvolto studenti di tutte le età e indirizzi scolastici, così come i loro insegnanti. 

Per informazioni su Futuro Remoto 2018, visita il sito dell’evento.

Reusable Content named '' not found